Eventi

Visita al Cimitero Monumentale di Staglieno

Visita al Cimitero Monumentale di Staglieno

Domenica 18 febbraio e domenica 11 marzo > ore 10.30

Partenza:
dall’ingresso principale del Cimitero
ore 10,30 (durata di circa 2 ore)

Visita organizzata dall’Associazione Conoscere Staglieno (www.conoscerestaglieno.it)
con la dottoressa
Debora Colombo

Costo della visita € 10

(L’Associazione “Conoscere Staglieno” riconoscerà, per ogni partecipante iscritto attraverso Braccialetti Bianchi, euro 3,00 alla Associazione stessa)

La visita si effettuerà con minimo 10 partecipanti iscritti.
I ragazzi sino a 14 anni sono gratuiti.

Per info e prenotazioni:
tel. 345 8363973
info@braccialettibianchi.org
www.braccialettibianchi.org
FB BraccialettiBianchi.org

Continue reading “Visita al Cimitero Monumentale di Staglieno”

Ocean Terminal > 4 marzo

“Ocean Terminal”

Domenica 4 marzo > ore 18

Dove:
Altrove. Teatro della Maddalena
Piazzetta Cambiaso, 1 (Genova)

Spettacolo diretto e interpretato da
Emanuele Vezzoli

Dal romanzo Ocean Terminal di Piergiorgio Welby
A cura di Francesco Lioce, Castelvecchi Editore

Adattamento drammaturgia: Francesco Lioce e Emanuele Vezzoli
Movimenti scenici: Gabriella Borni
Contributi audiovisivi: Francesco Andreotti e Livia Giunti

Per info e prenotazioni:
tel. 345 8363973
info@braccialettibianchi.org
www.braccialettibianchi.org
FB BraccialettiBianchi.org

Ingresso 10 € a sostegno dell’Associazione Braccialetti Bianchi

Continue reading “Ocean Terminal > 4 marzo”

Death Cafè > 6 marzo


Death Cafè

Martedì 6 marzo > ore 18-20

Presso:
InFusion
Salita della Tosse 7-9r (traversa di Via S.Vincenzo)
Genova

Faciliterà l’incontro
Paolo Giovanni Monformoso

Per info e prenotazioni: tel. 345 8363973 – info@braccialettibianchi.org
FB: BraccialettiBianchi.org

Per l’incontro è prevista una presenza massima di 20 persone

Che cos’è il Death Cafè?
È uno spazio protetto per poter condividere pensieri, emozioni, paure, credenze e storie che riguardano la morte come parte integrante della vita.

Tra una tazza di tè e un pasticcino proviamo a confrontarci su questo tema in modo semplice, senza giudizio e con il massimo rispetto per l’opinione degli altri.

Perché il Death Cafè?
Per cominciare a rompere delicatamente questo tabù.
Per iniziare a costruire una nostra consapevolezza della morte che stimoli a vivere ancora più intensamente la nostra vita.
Per incominciare a sentire la morte naturale così come è naturale la vita.

Leggerezza nella profondità > dal 28 febbraio

Leggerezza nella profondità

Mercoledì 28 febbraio > ore 18
Mercoledì 28 marzo > ore 18
Giovedì 26 aprile > ore 18,30

(durata 1.30 h. circa)

Laboratorio condotto da
Elena Cosulich e Daniela Mambelli

Incontri che prevedono danze popolari, giochi di Findhorn e yoga della risata per condividere un tempo di gioia, divertimento e leggerezza.

Presso la sede dell’associazione:
Salita San Bartolomeo del Carmine 4/5
(campanello Bettanini)

Per informazioni e iscrizioni:
tel. 345 8363973
info@braccialettibianchi.org
www.braccialettibianchi.org
FB BraccialettiBianchi.org

Offerta consapevole a favore dei Braccialetti Bianchi (€ 10)

Laboratorio di cioccolatini > 13 febbraio

cioccolatini

Laboratorio di cioccolatini

Un dolce regalo per San Valentino

Laboratorio condotto da Gianni Pereno

Martedì 13 febbraio > ore 17-20

Presso la sede dell’associazione Braccialetti Bianchi:
Salita San Bartolomeo del Carmine 4/5
(campanello Bettanini)

Durante il laboratorio impareremo insieme a preparare 10 tipi diversi di cioccolatini.

Per info e prenotazioni: tel. 345 8363973

Offerta consapevole a favore dei Braccialetti Bianchi (€ 10)

Torneo di Burraco > dal 30 gennaio

torneo burraco

Ecco tutte le date dei tornei di burraco!

organizzati dall’Associazione:

Martedì 30 gennaio 2018 > ore 15
Martedì 27 febbraio 2018 > ore 15
Martedì 27 marzo 2018 > ore 15
Martedì 17 aprile 2018 > ore 15
Martedì 29 maggio 2018 > ore 15

Presso la sede dell’associazione
Salita San Bartolomeo del Carmine 4/5
(campanello Bettanini)

E’ necessaria l’iscrizione.

Per informazioni e iscrizioni:
Anna 3420956304

Alle 17
Saranno offerti tè e pasticcini

Partecipazione con offerta consapevole di € 10

Premi per le prime tre coppie classificate e un premio di consolazione per la coppia che arriva ultima

Death Cafè: secondo appuntamento

Apre a Genova il primo Death Cafè

Le esperienze dei Death Cafè in diverse città italiane e d’Europa ci insegnano chedella morte si può parlare e che parlarne fa bene…

È un tema che ci riguarda tutti e che culturalmente tendiamo a nascondere finchè non ci tocca personalmente.

Paure , emozioni, dubbi… tutto normale , parlando di morte.  Il poterlo condividere alleggerisce le nostre resistenze.

Che cos’è il Death Cafè?

È uno spazio protetto per poter condividere pensieri,emozioni,paure,credenze e storie che riguardano la morte come parte integrante della vita.

Tra una tazza di tè e un pasticcino proviamo a confrontarci su questo tema in modo semplice, senza giudizio e con il massimo rispetto per l’opinione degli altri.

Perché il Death Cafè?

Per cominciare a rompere delicatamente questo tabù.

Per iniziare a costruire una nostra consapevolezza della morte che stimoli a vivere ancora più intensamente la nostra vita.

Per incominciare a sentire la morte naturale così come è naturale la vita.

Che cosa non è il Death Cafè?

Non è un gruppo di supporto né di elaborazione del lutto.

Non è la sede per ricevere informazioni sulla morte o sul morire

Non ha scopi terapeutici o commerciali

Non è l’occasione per promuovere la propria attività

Non è un mezzo per effettuare ricerche o consultazioni sulla popolazione

Come funziona?

Si svolge in un locale pubblico preferibilmente un bar o un caffè che offra un ambiente gradevole e rilassante.

E’ sempre utile la presenza di cibo e bevande per favorire l’agio e la convivialità tra le persone.

E’ consueta la presenza di un facilitatore in grado di stimolare e sostenere la conversazione

La durata dell’incontro è di circa 2 ore

E’ consigliato un numero massimo di 20 persone

Cineforum The End – WILD

Proiezione all’interno del ciclo “The End, attraverso la fine”, un cineforum sull’elaborazione del lutto organizzato da una collaborazione fra Braccialetti Bianchi ONLUS e Club Amici del Cinema
Giovedì 23 Novembre alle 19.30: aperitivo di benvenuto, a seguire proiezione e dibattito alla presenza delle psicologhe e dei volontari di Braccialetti Bianchi

TRAMA

Wild è la storia di Cheryl Strayed, ragazza destinata a un brillante futuro che dopo un’infanzia travagliata viene travolta dall’improvvisa morte della madre. Seguirà una discesa agli inferi da cui cercherà di risalire con un lungo percorso, nel vero senso della parola, interiore e fisico. Quasi duemila miglia, per l’esattezza, sulla meravigliosa Pacific Trail Crest, dal confine con il Messico alla frontiera canadese.
Più che un Into the Wild al femminile, viene in mente lo straordinario Stories We Tell di Sarah Polley, in cui la famiglia viene tratteggiata come entità misteriosa tanto quanto i rapporti che la tengono insieme.
Il viaggio, epico nell’accezione più classica del termine, parte da qui, un’Eneide in cui la protagonista porta la genitrice sulle spalle, non solo metaforicamente, fino alla meta finale, un luogo dello spirito da dove ricominciare.

Primo Death Cafè in Genova

 

Apre a Genova il primo Death Cafè

Le esperienze dei Death Cafè in diverse città italiane e d’Europa ci insegnano chedella morte si può parlare e che parlarne fa bene…

È un tema che ci riguarda tutti e che culturalmente tendiamo a nascondere finchè non ci tocca personalmente.

Paure , emozioni, dubbi… tutto normale , parlando di morte.  Il poterlo condividere alleggerisce le nostre resistenze.

Che cos’è il Death Cafè?

È uno spazio protetto per poter condividere pensieri,emozioni,paure,credenze e storie che riguardano la morte come parte integrante della vita.

Tra una tazza di tè e un pasticcino proviamo a confrontarci su questo tema in modo semplice, senza giudizio e con il massimo rispetto per l’opinione degli altri.

Perché il Death Cafè?

Per cominciare a rompere delicatamente questo tabù.

Per iniziare a costruire una nostra consapevolezza della morte che stimoli a vivere ancora più intensamente la nostra vita.

Per incominciare a sentire la morte naturale così come è naturale la vita.

Che cosa non è il Death Cafè?

Non è un gruppo di supporto né di elaborazione del lutto.

Non è la sede per ricevere informazioni sulla morte o sul morire

Non ha scopi terapeutici o commerciali

Non è l’occasione per promuovere la propria attività

Non è un mezzo per effettuare ricerche o consultazioni sulla popolazione

Come funziona?

Si svolge in un locale pubblico preferibilmente un bar o un caffè che offra un ambiente gradevole e rilassante.

E’ sempre utile la presenza di cibo e bevande per favorire l’agio e la convivialità tra le persone.

E’ consueta la presenza di un facilitatore in grado di stimolare e sostenere la conversazione

La durata dell’incontro è di circa 2 ore

E’ consigliato un numero massimo di 20 persone

Grazie all’iniziativa dell’associazione “Braccialetti Bianchi” e grazie all’entusiasta disponibilità di Alessandro Cavo , Presidente dell’Associazione Commercianti del Centro Storico di Genova che per gli incontri mette a disposizione la sala superiore del suo locale sito in via Fossatello n.35.

Film Blu – Cineforum “The End, attraverso la fine”

Giovedì 9 novembre

Film Blu – K. Kieslowsky

Proiezione all’interno del ciclo “The End, attraverso la fine”, organizzato da una collaborazione fra Braccialetti Bianchi ONLUS e Club Amici del Cinema
Alle 19.30 aperitivo di benvenuto, a seguire proiezione e dibattito alla presenza delle psicologhe e dei volontari di Braccialetti Bianchi

Trama:
In un incidente stradale, Julie perde il marito Patrice, un celebre compositore, e la piccola figlia Anna. Julie inizia così una nuova vita, anonima, indipendente, lasciandosi deliberatamente alle spalle tutto ciò di cui disponeva prima, in abbondanza. Un giornalista musicale sospetta che in realtà fosse Julie l’autrice delle musiche del marito. Lei nega, forse troppo bruscamente… Olivier, il giovane assistente di Patrice ama Julie da molto tempo. Per costringerla ad uscire dall’isolamento, decide di portare a termine il Concerto per l’Europa: un’opera grandiosa lasciata incompiuta dal compositore morto. Julie intanto si sforza per non cadere nelle trappole che minano la sua libertà.